mercoledì 11 aprile 2012

Giovanni Boldini - "La Marchesa Luisa Casati"


Vieni in giardino, voglio che le mie rose ti guardino

Da oggi, ogni mercoledì, ripropongo a turno uno dei quadri che abbiamo ammirato nelle scorse settimane. Questo perché spesso chi visita queste pagine non ha sempre occasione di imbattersi in tutte le opere, ed è giusto che ne abbia l'opportunità.
Giovanni Boldini, il pittore macchiaiolo per eccellenza delle donne, dipinge questa donna così affascinante e misteriosa come la Marchesa Luisa Casati (1881-1957), personaggio sensuale e stravagante. Ebbe una relazione con Gabriele D'Annunzio, che la portò successivamente a vestirsi in maniera eccentrica e a presentarsi nei grandi saloni dell'epoca con abiti sempre più bizzarri.
La Marchesa fu molto amata nel suo ambiente e desiderata da moltissimi uomini, in un periodo, quello del dandismo, dove concetti come eleganza, raffinatezza e profonda esteriorità si mostravano alla luce del giorno come rose in un giardino. Era una donna sempre in grado di stupire e ammaliare. Boldini, non a caso, ritrae questo splendido esempio di classe e femminilità vestita in viola e levriero. Figura alta,  ma raffinata e non imponente, dai tratti gentili, con ogni probabilità è stata immortalata quanto nell'antichità la regina Cleopatra. Quando morì tuttavia, finì in disgrazia, ma il suo incredibile narcisismo l'ha resa l'eroina di un romanzo tanto incredibile da risultare un miracolo, una goccia nel deserto in un mondo come questo.
Boldini - La Marchesa Casati

Posta un commento

Google+ Badge

Translate